F.B.L. FOOD MACHINERY S.r.l.

Riempitrice lineare a vibrazione Riempitrice lineare a vibrazione Riempitrice lineare a vibrazione Riempitrice lineare a vibrazione

Riempitrice lineare a vibrazione

Download Depliant Scarica Depliant Riempitrice lineare a vibrazione

La riempitrice lineare a vibrazione è una macchina automatica idonea per riempire, a peso costante, contenitori di vetro e in banda stagnata con pezzi di frutta o verdura intera o cubettata. Nella progettazione della riempitrice a vibrazione sono state applicate soluzione innovative e tecnologia d’avanguardia per garantire un riempimento efficace e completo dei contenitori. La caratteristica principale della riempitrice è il nastro distributore che consente la distribuzione omogenea dei prodotti da riempire, in modo particolare di quelli oblunghi (come cetrioli, fagiolini, carciofi, ecc.), sulla tramoggia vibrante.

Tale condizione consente, durante il successivo riempimento, di ridurre gli spazi vuoti all’interno dei contenitori e di limitare il più possibile la quantità di prodotto in eccesso da riciclare e di conseguenza di non danneggiare o alterare il prodotto stesso. La riempitrice è in grado di riempire contenitori di diverse dimensioni e forma senza dovere sostituire nessuna attrezzatura. La riempitrice è costituita da una robusta struttura in AISI 304, composta da tubolari e lamiere piegate, idonea a sostenere le varie attrezzature. L’elevatore a tazze preleva il prodotto all’interno della vasca di carico, lo innalza fino al livello richiesto e infine lo scarica sopra il nastro distributore, il quale provvede a distribuire il prodotto, in modo omogeneo, sul sottostante piano vibrante che, azionato da un sistema vibrante ad intensità variabile, effettua il riempimento dei contenitori.

I contenitori trasportati da una cinghia trapezoidale e sostenuti da apposite guide laterali regolabili, arrivano sotto il piano vibrante. In corrispondenza della zona di riempimento le guide laterali, tramite gli sbattitori, vibrano in modo da assestare il prodotto all’interno del contenitore, consentendo di ridurre il più possibile gli spazi vuoti. Il prodotto in eccesso, caduto sia durante la fase di riempimento che nella successiva fase di assestamento finale, viene recuperato e mediante due nastri trasportatori, in materiale idoneo al contatto con prodotti alimentari, ritorna all’interno della vasca di carico per essere riciclato.

L’elevatore a tazze, la cinghia trapezoidale e i due nastri di riciclo sono motorizzati dai rispettivi motoriduttori azionati da inverter, mentre il piano vibrante e gli sbattitori sono motorizzati dai rispettivi motovariatori.

Il quadro elettrico, in AISI 304, contiene tutte le apparecchiature per il comando e il controllo della macchina.